30/10/2009 - Altri articoli dello stesso autore Nando Caligola
La riforma della matematica: la nuova era della matematica
Il governo Berlusconi, tra le tante magnificenze fin qua apportate al sistema socio-giuridico-politico italiano, in soli 18 mesi e dopo 37 anni di mal governo catto-comunista-liberale, sta vagliando un nuovo grande ed importante progetto di riforma.
Anzi, direi che forse siamo di fronte alla più grande rivoluzione dai tempi della comparsa dell’uomo sulla terra e della zona mista del maestro Arrigo Sacchi.
Il progetto Gelli – così infatti si chiama – ha ad oggetto l’intera riforma della matematica e del sistema cartesiano che, così su due piedi, non so nemmeno cosa sia. Tuttavia, il Grande Progetto di Riforma della Matematica e del Sistema Cartesiano Gelli (che per comodità chiameremo, d’ora in poi, GPRMSCG) ha mosso i primi passi e siamo riusciti a visionare in anteprima i primi stralci, che brevemente riassumo.

 
30/10/2009 - Altri articoli dello stesso autore Gianduia Balengo
Terza lezione di simpatia del Prof. Scoriacci - La tattica dell'età
Per la gioia dei numerosissimi lettori che hanno scritto a Il Superficiale, per chiedere il motivo della lunga assenza da queste pagine di Tiberio Scoriacci, Prof. Emerito di Storia della Simpatia presso l’Università degli Studi di Milano, siamo in grado di pubblicare un nuovo estratto da una delle pubblicazioni più note del Professore, vale a dire “Non ho l’età. Tecniche ontologiche di simpatia”. Il testo in questione nasce dopo cinque anni di studi approfonditi, da parte dello Scoriacci, presso l’Università di Harvard negli Stati Uniti quale visiting professor.

 
30/10/2009 - Altri articoli dello stesso autore L'Intervistatore
Intervista al recordman di brevetti, Ill.mo Vittorio Carogni
Il Superficiale ha incontrato ed intervistato Vittorio Carogni, che millanta di avere il record mondiale di brevetti. Andiamo a vedere se è vero...

Intervistatore: «Un caro saluto a tutti i lettori del Superficiale.
Siamo venuti fin qua, a Borromeo Peschiera o Peschiera Borromeo che dir si voglia (la cosa non è di alcun minimo interesse) per intervistare la persona che detiene, così pare, il record mondiale di brevetti, il signor Vittorio Carogni. Buongiorno, Vittorio Carogni.»

Vittorio Carogni: «“Buongiorno, Vittorio Carogni” è una frase che ho brevettato nel 1953. Lei non ha il diritto di utilizzarla così, impunemente. Le ho appena fatto causa con il “CAUSUS”, l'apparecchio da me brevettato nel 2008 e che mi permette di fare causa a chiunque schiacciando questo tasto rosso».

 
30/10/2009 - Altri articoli dello stesso autore Antonello da Messina
L’ombra della Francia dietro la legge bavaglio
Che dopo avercelo fatto a fette per anni con la questione sicurezza il governo si appresti a ridurre al minimo le intercettazioni (e a vietare la pubblicazione delle medesime), fa parte di quella schizofrenia coprocratica cui ormai siamo tutti abituati.
L’anima libertaria del Superficiale dovrebbe accogliere positivamente la notizia, e anche tu, caro lettore mediocre, probabilmente sarai ben lieto di parlare alla tua fidanzata al riparo da orecchi indiscreti, anche se in fondo non ti dispiaceva più di tanto – dopo un paio di «metti giù prima tu», «no, tu» – fare il brillante ed esclamare: «allora metta giù prima Lei, maresciallo». Però questa stretta alle intercettazioni, a pensarci bene, è tutt’altro che una conquista; e vi spieghiamo il perché.

 
30/10/2009 - Altri articoli dello stesso autore Nando Caligola
La Famiglia Mazza si schiera
La Famiglia Mazza, di cui pubblicammo tempo fa la striscia numero zero, fa un gradito ritorno sulle pagine de Il Superficiale.
Lo fa con qualche evoluzione nella grafica, già anticipata a suo tempo. Ma lo fa soprattutto, in un Paese sempre più diviso, schierandosi politicamente: per chi voterà la nostra famiglia preferita? Cliccate su Continua qui sotto e lo saprete...

 
Questo sito viene aggiornato in base alla disponibilità degli autori (e all'esito della loro continua lotta contro la propria pigrizia); non è in alcun modo un periodico né un prodotto editoriale. Termini quali "redazione" o "articoli" sono da intendersi in modo del tutto scherzoso e autoironico, così come l'espressione "periodico per l'uomo mediocre" con cui talvolta viene definito il sito stesso. I commenti sono di responsabilità dei rispettivi autori.

Dove non specificato altrimenti, i testi di questo sito sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons Ciò, in estrema sintesi, significa che potete utilizzare liberamente i contenuti di questo sito a fini non commerciali. Ogni contenuto estraneo al dominio de "Il Superficiale" non è soggetto alla licenza sopra citata ed appartiene al rispettivo autore. Email: ilsuperficiale@ilsuperficiale.it
Indice del NumeroIndice del Numero

Lo zombie della porta accanto
Clicca sulla locandina per vederla ingrandita


Rassegna stampa: quello che avreste potuto leggere sul Superficiale e invece è successo davvero
Aggiornata all'11 ottobre 2011



Twitter Updates

    follow me on Twitter






    È necessario Adobe Flash Player per visualizzare questo contenuto