26/04/2010 - Altri articoli dello stesso autore Nando Caligola
Il Rasta risponde
Carissime lettrici e carissimi lettori de «Il Superficiale»,
abbiamo l’onore in questo numero di ospitare tra le nostre pagine la celeberrima rubrica “Il Rasta risponde”, grazie alla gentile concessione di «Tutto Rasta», mensile italiano completamente dedicato alla cultura rastafari, in tutti i settori specifici, dalla musica alla letteratura, dalla medicina alla finanza.
Sei un rasta? Ti servono consigli su ogni questione? Sei in difficoltà in amore? Hai bisogno di consigli finanziari?
Ebbene, se sei un rasta in difficoltà, allora la rubrica “Il Rasta risponde” è quella che fa per te.
Riportiamo la rubrica uscita nel mese di marzo 2010.
Buona lettura

Nipote con la pertosse

Caro Rasta, sò un rasta de ottantanni, originario de Roma ed abitante nella città stessa. Me scusi l’errori de italiano, ma ho un grave, gravissimo problema. Mi nipote de 2 anni infatti s’è preso la pertosse e mi fijo, anche lui un giovane rasta de quarantanni, non sa che pesci prennere. Er medico c’ha consigliato gli antibiotici, ma noi non ce fidemo, ed essendo noi tutta la famija grandi appassionati de la rivista “Tutto Rasta”, avemo pensato de scriverte per sapere li tuoi consigli? Con immutata stima.

Segue firma

RISPOSTA:

Caro amico mio,

da quanto mi pare di capire la situazione è grave ed avete fatto bene a rivolgervi a me. Do per scontato che il nipote di 2 anni sia già provvisto di dredd. Nel caso in cui, come spesso capita a quell’età, non abbia ancora i capelli, il primo consiglio che vi do è di aspettare che gli crescano per poi fargli i dredd.

Nel caso invece i dredd li abbia, come è giusto e doveroso, allora l’unica soluzione è la marijuana.

Scrivici ancora e facci sapere come è andata.

Tuo,

Rasta

Su quali prodotti finanziari posso investire?

Caro Rasta, sono un broker rasta di 52 anni e lavoro a Montecarlo. Dopo questa crisi iniziata con la rivalutazione dei mutui negli Stati Uniti e proseguita con il fallimento a catena di banche ed istituti di credito, specie americani, investire diventa sempre più un rischio. Ora, essendo un assiduo lettore della rivista “Tutto Rasta”, ho pensato bene chiedere un Tuo spassionato parere in merito. Cosa potrà far fruttare il denaro nei prossimi mesi?

Segue firma

RISPOSTA:

Caro amico mio,

sono contento che tu mi faccia questa domanda, in quanto laureato in economia alla bocconi con relativo MBA conseguito nell’anno 2001. Esaminando l’andamento dei mercati finanziari e dei prodotti che ultimamente il mercato offre, quali derivati e quantaltro, e posto che, secondo le mie previsioni, la popolazione rasta si raddoppierà nel giro di 5 anni, il mio consiglio è di investire in panni di lana ed elastici per la formazione di dredd. In alternativa, investi in marijuana.

Tuo,

Rasta

Ricorso al Giudice di Pace per multa per eccesso di velocità

Caro Rasta, sono un praticante avvocato rasta di 26 anni e mi sono imbattuto in un complicato caso giuridico e non riesco proprio a venirne a capo. Un mio cliente rasta ha ricevuto a casa una multa dei vigili per eccesso di velocità, sulla quale è ventilata l’ipotesi di un ricorso al Giudice di Pace o in alternativa al Prefetto. Cosa devo fare?

Segue firma

RISPOSTA:

Caro amico mio,

La legge parla chiaro in materia. Il ricorso al Giudice di Pace è alternativo a quello al Prefetto, salvo che, esperito uno, non si può più ricorrere al secondo. Sappi che comunque hai 30 giorni di tempo dal ricevimento della multa a casa del cliente. Se vuoi un personale consiglio, esperisci il ricorso presso il Giudice di Pace, perché esiste una abbastanza numerosa comunità rasta tra i Giudici di Pace, che spesso commutano le pene pecuniarie in cessione di marijuana. Se sei fortunato, te la cavi con un deca di afgano.

Tuo,

Rasta

Il modello 730 per chi non possiede nulla

Caro Rasta, sono un giovane impiegato rasta di 30 anni, con un contratto finalmente a tempo indeterminato. Tuttavia, non ho né una casa (vivo con i miei genitori, anch’essi rasta) né altra proprietà. Secondo te posso tranquillamente non fare il 730 e consegnare solo il CUD all’ufficio del personale, non avendo nulla da dichiarare ed essendo le tasse trattenute già in busta paga?

Segue firma

RISPOSTA:

Caro amico mio,

invece ti dico che fai un grosso errore, poiché, sebbene tu non abbia nulla da dichiarare in termini di proprietà, puoi comunque scaricare l’acquisto di marijuana oltre i 200 euro e le spese per la cura dei dredd oltre i 170 euro. Una percentuale di quelle spese ti verrà accreditata nella busta paga di luglio.

Tuo,

Rasta

Riconoscimento del dredd come patrimonio UNESCO

Caro Rasta, sono sempre Amilcare Cecion, presidente dell’associazione “Rasta Friulani nel mondo”, e torno a scriverti affinchè Tu, all’interno di questo Tuo spazio editoriale, possa appoggiare la nostra iniziativa volta a raccogliere firme affinchè il dredd venga riconosciuto come patrimonio dell’Umanità da parte dell’UNESCO. Nella speranza, questa volta, di un Tuo positivo riscontro, Ti invio cari saluti.

Amilcare Cecion

RISPOSTA:

Caro Amilcare,

la mia risposta in merito è come sempre negativa, in quanto il dredd non è un luogo fisico e pertanto mi sembra che il successo dell’iniziativa possa essere seriamente deludente. Invece, invito Te e la Tua sempre gradita Associazione a prendere posizione riguardo alla mia iniziativa di riconoscimento di presidio slow food per la Marijuana del Salento. Comunque ci vedremo come al solito per discuterne al Rototom Sunsplash, che Ti ricordo quest’anno essere in Spagna.

Tuo,

Rasta

aggiungi un commentospara una cazzata su questo articolo

autore del commentohttp://umanitafalloide.splinder.com (27/4/2010 - 10:01:38)
questa rubrica è di una demenza davvero apprezzabile. bravi!!! andrea sardo

Questo sito viene aggiornato in base alla disponibilità degli autori (e all'esito della loro continua lotta contro la propria pigrizia); non è in alcun modo un periodico né un prodotto editoriale. Termini quali "redazione" o "articoli" sono da intendersi in modo del tutto scherzoso e autoironico, così come l'espressione "periodico per l'uomo mediocre" con cui talvolta viene definito il sito stesso. I commenti sono di responsabilità dei rispettivi autori.

Dove non specificato altrimenti, i testi di questo sito sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons Ciò, in estrema sintesi, significa che potete utilizzare liberamente i contenuti di questo sito a fini non commerciali. Ogni contenuto estraneo al dominio de "Il Superficiale" non è soggetto alla licenza sopra citata ed appartiene al rispettivo autore. Email: ilsuperficiale@ilsuperficiale.it
Indice del NumeroIndice del Numero

Lo zombie della porta accanto
Clicca sulla locandina per vederla ingrandita


Rassegna stampa: quello che avreste potuto leggere sul Superficiale e invece è successo davvero
Aggiornata all'11 ottobre 2011



Twitter Updates

    follow me on Twitter






    È necessario Adobe Flash Player per visualizzare questo contenuto