12/08/2007 - Altri articoli dello stesso autore Nando Caligola
Le favole superficiali — Il bambino piccolo piccolo taglialegna
Un giorno il bambino piccolo piccolo era intento a cantare le sue filastrocche nella cameretta. Faceva freddo e fuori era un cumulo di neve. Il bambino piccolo piccolo tremava e, mentre dolcemente fischiettava, cercava di coprirsi con quei pochi cenci che la povertà dei suoi genitori permetteva.
Il padre, con fare severo, gli impose di uscire fuori e di andare nel bosco per recuperar un po’ di legna. Ed il bambino piccolo piccolo ubbidì.

Giunto al bosco, il bambino piccolo piccolo si affaticava sui tronchi degli abeti con la sua accetta di cartone.

Ma ad un certo punto, ahimè, spuntò all’improvviso lo zombie che in men che non si dica deglutì il bambino piccolo piccolo, lasciandogli solo il tempo di gridar “aiuto”!

Ma il padre grande e grosso era di buon udito e, raggiunto lesto lo zombie, lo colpì ripetutamente.

Lo zombie però si scusò molto.

Indice del NumeroIndice del Numero

Lo zombie della porta accanto
Clicca sulla locandina per vederla ingrandita


Rassegna stampa: quello che avreste potuto leggere sul Superficiale e invece è successo davvero
Aggiornata all'11 ottobre 2011



Twitter Updates

    follow me on Twitter






    È necessario Adobe Flash Player per visualizzare questo contenuto