22/12/2006 - Altri articoli dello stesso autore Anonimo
Un lettore ci scrive: "Voglio il pacemaker del mio Berlusconi!"
Riceviamo e volentieri pubblichiamo la lettera/appello di un lettore. Il direttore de Il Superficiale sta facendo una meritata settimana bianca a Pantelleria, ma sarà ben lieto di rispondere al rientro.



Egregio Stimato Chiarissimo Direttore del Superficiale,

chi le scrive è un pizzicagnolo del quartiere Sanità di Napoli, tale Vincenzo Salvo Cirillo, che sono io, e ho 58 anni, sposato da trent’anni con Maria Addolorata, anche lei pizzicagnola come sono io, e ho due figlie, Piersilvia Maradona ha 26 anni e sta finendo l’Istituto Tecnico, mentre Emilia Federica Careca ha 20 anni e sta finendo la scuola media.
Le scrivo perché il sottoscritto qua ha un problema. Premetto che dal 1983 sono un fan accanito del Presidente Silvio Berlusconi, da quando c’è lui non ho mai
più guardato programmi della Rai (solo TeleVesuvio quando il Napoli vinceva gli scudetti, grazie Diego, grazie Bruno, grazie Ottavio!!), non perdo una puntata di Casa Vianello, registro tutte le sere il Tg4 (ho ben 720 Vhs con il Tg4) e voto ovviamente Forza Italia. Pur non avendo problemi di perdita di capelli, ho chiesto un mutuo alla banca per fare la cura che ha fatto il Presidente, in modo da essere solidale con lui: lui ci vuole tanto bene, è un martire della libertà contro quei comunisti cattivi che gli vogliono del male, fetenti!

Ogni sera, a tavola, prima di mangiare, ascoltiamo l’inno di “Forza Italia” (Maria Addolorata si commuove sempre…) e poi aiutiamo i la Sezione Giovani di Forza Italia, portando in sede salumi, formaggi e tutto quello che abbiamo avanzato durante la giornata.

Giungo ora al problema. Il Presidente sta male, l’ha detto Emilio Fede e, anche, Bondi (che uomo intellettuale, illo lì). È andato in America per farsi curare e gli hanno messo il pacemaker (copio da Libero la parola perché non la conosco…). Ora, se se le messo il Presidente, lo voglio anch’io!!

Maria Addolorata dice che sono uno scemunito, ma non mi interessa: come si fa a mettere? Dove si compra? Ho provato a scrivere a Emilio Fede e a Schifani ma non mi hanno risposto, ho provato a chiedere a Sandra Mondaini, ma non ho trovato l’indirizzo su 892424 (la signorina era però molto gentile, peccato che non c’era Bisio). Per parlare con Galliani devo andare fino a Milano, ma ciò il negozio. E quelle due ignoranti delle mie figlie, oltre a non sposarsi ancora (ma chi se la piglia la prima, che pesa 120 chili….), non mi danno consigli.

Io voglio il pacemaker, voglio far morire d’invidia Gennaro Posillipo che ha il negozio di bottoni vicino al mio. Direttore del Superficiale, cosa posso fare? Mi dica qualcosa? Comunque, è tutta colpa di Prodi, che è cattivo e ce l’ha con noi della libertà e con il Presidente: quello lì ci vuole portare nei gullak, te lo dico io. Ma non perdiamo tempo. Vorrei risposte sul pacemaker: inoltre, se lo compro, posso metterlo anche sulla gamba, dato che sulla pancia mi sarebbe un po’ scomodo, se devo sollevare le casse con i prosciutti e le mozzarelle?

Gradirei risposta. Continuate così, che mi piacete molto. Siete meglio di City!

Firmato

Vincenzo Salvo Cirillo – pizzicagnolo di Sanità a Napoli

Indice del NumeroIndice del Numero

Lo zombie della porta accanto
Clicca sulla locandina per vederla ingrandita


Rassegna stampa: quello che avreste potuto leggere sul Superficiale e invece è successo davvero
Aggiornata all'11 ottobre 2011



Twitter Updates

    follow me on Twitter






    È necessario Adobe Flash Player per visualizzare questo contenuto