10/12/2006 - Altri articoli dello stesso autore Antonello da Messina
Il punto superficiale della situazione
Giacché l’editorialista Kakaric è rimasto intossicato da uno spezzatino di tenia al sivè, ed è tenuto in osservazione al San Raffaele di Milano per monitorarne lo stato di salute, spetta a me dire due parole sul nuovo numero, scusandomi a nome della redazione tutta per il lungo silenzio.

Il titolo, anzitutto, è una citazione particolarmente colta: ne «L’allenatore nel pallone», Banfi-Canà apostrofa così un noioso interlocutore, uscendo elegantemente di scena. Su chi siano i bistronzi nel mondo reale, fate voi: se è vero che la stampa italiana è asservita ai potenti, non saremo certo noi, prostrati dalla nascita, a smentire il luogo comune facendo nomi e cognomi. Diciamo che comunque non sono proprio i più cattivi: sono appena appena cattivi, sono un po’ furbi ma non troppo, sono abbastanza disonesti… Insomma, sono i Bistronzi!

Per il resto, salutiamo il ritorno di Nando Caligola, che ci regala una struggente poesia, opera giovanile dell'ormai affermato Adalberto Ciaccio; vi aggiorniamo sulle vicende di Maurizio Coccolone e riceviamo e pubblichiamo un intervento di Lino Preti.

Infine, e salvo incidenti durante la prossima assemblea di condominio, vi faremo anche un regalino per farvi passare un Natale davvero superficiale.

Indice del NumeroIndice del Numero

Lo zombie della porta accanto
Clicca sulla locandina per vederla ingrandita


Rassegna stampa: quello che avreste potuto leggere sul Superficiale e invece è successo davvero
Aggiornata all'11 ottobre 2011



Twitter Updates

    follow me on Twitter






    È necessario Adobe Flash Player per visualizzare questo contenuto