05/11/2005 - Altri articoli dello stesso autore Gianduia Balengo
La Riforma Elettorale punto per punto
In questi ultimi giorni in Italia si discute di riforma elettorale.
Tenuto conto che noi de Il Superficiale non abbiamo seguito neanche un secondo della questione, in quanto impegnati in interminabili tornei di bocce e strenuamente concentrati a trovare l’assassino in Cluedo, potremmo finire il presente articolo qui, risparmiando tanta fatica: non è per niente facile, infatti, schiacciare i tasti giusti del computer e comporre le frasi.
E poi, il plurale di “boccia” è “boccie” o “bocce”? Che cos’è una preposizione avverbiale? Capirete bene le difficoltà per scrivere un articolo. Eppure ci è giunta in redazione un foglietto scritto da Vincenzo Il Bufalo, noto mozzarellaio napoletano, in cui viene spiegata, punto per punto, la nuova legge elettorale proposta dalla maggioranza di governo, che in realtà è una minoranza però si chiama maggioranza: boh, non ci capiamo u’ cazz’.
Però, solo per voi, cari indefessi lettori, abbiamo deciso di comunicarvi il contenuto del suddetto foglietto, il quale dimostra l’imparzialità della proposta di Magic Silvio e compagnia.
PUNTO 1: il voto resta segreto, ma il cittadino, durante l’espletamento del suddetto, dovrà essere affiancato a scelta A) da un giovane volontario di Comunione e Liberazione B) da un giovane volontario di Azione Cattolica C) da un giovane vescovo della CEI, il quale suggerirà all’elettore verso chi volgere la preferenza. Se il suggerimento sarà accolto bene, in caso contrario il volontario scelto inviterà democraticamente l’elettore a farsi da parte.

PUNTO 2: lo Stato resta laico, ma l’elettore che voterà i Radicali o qualsiasi altro partito che non riconosca apertamente la propria fede cattolica, sarà sottoposto ad uno dei seguenti interventi: A) un esorcismo praticato da Benedetto XVI in persona B) un’ipnosi fatta da Giucas Casella con l’immagine di Silvio Berlusconi che saltella allegro tra gli alberi di Milano 2 e Romano Prodi vestito da kamikaze islamico C) l’asportazione della mano con cui ha espresso il voto

PUNTO 3: potranno recarsi alle urne, sempre democraticamente, solo i residenti in Veneto e in Lombardia: gli abitanti delle altre regioni saranno costretti a recarsi in caserma, insieme agli ultras di calcio diffidati, a firmare fogli per l’intera giornata delle elezioni.

PUNTO 4: a chi vota democraticamente un esponente dello schieramento del centrodestra, verrà offerta la possibilità di una notte di sesso con una velina a scelta o con un ballerino a scelta, a seconda dei gusti sessuali dell’elettore. A chi vota, invece, un esponente del centrosinistra verrà offerta una notte di passione con Iva Zanicchi o con Pippo Baudo.

PUNTO 5: omosessuali, lesbiche, ragazzi alternativi, intellettuali, professori universitari, insegnanti delle superiori, scienziati laici, scrittori, artisti, poeti, partigiani, ecc. sono invitati, il giorno delle elezioni, a trascorrere democraticamente una giornata con la famiglia al mare o in montagna.

PUNTO 6: dal momento che lo Stato italiano ha ritrovato reperti storici che raffigurano Nostro Signore Gesù Cristo mentre canta insieme ai Farisei l’inno di Forza Italia, i cattolici sono invitati democraticamente a votare per il suddetto partito.

PUNTO 7: dal momento che lo Stato italiano ha ritrovato reperti storici che raffigurano Einstein con indosso la maglietta ufficiale di Forza Italia con il numero 10 sulla schiena, gli scienziati esentati dal punto 5 sono invitati a votare democraticamente per il suddetto partito.

PUNTO 8: dal momento che lo Stato italiano ha ritrovato reperti storici che raffigurano le Bestie di Satana a svolgere i loro riti demoniaci con indosso il foulard della Margherita, gli elettori sono invitati democraticamente a NON votare per il suddetto partito.

PUNTO 9: lo spoglio delle urne sarà compito dei giornalisti di Studio Aperto, del TG4 e da Bruno Vespa in persona. Gerry Scotti si occuperà dei messaggi promozionali e saranno frequenti i collegamenti con La Talpa, per sapere l’opinione dei concorrenti sull’esito delle elezioni. Mandando un SMS al 434343, gli elettori potranno votare in diretta per il nuovo Ministro della Cultura, scegliendo tra Costantino e Eva Henger.

PUNTO 10: le elezioni si svolgeranno democraticamente, però l’attuale Governo stabilirà anticipatamente se continuare a governare o se lasciare il suo posto all’opposizione.

Indice del NumeroIndice del Numero

Lo zombie della porta accanto
Clicca sulla locandina per vederla ingrandita


Rassegna stampa: quello che avreste potuto leggere sul Superficiale e invece è successo davvero
Aggiornata all'11 ottobre 2011



Twitter Updates

    follow me on Twitter






    È necessario Adobe Flash Player per visualizzare questo contenuto