12/06/2003 - Altri articoli dello stesso autore Renzo Busnenga e Aldo Reseghella
Trattato di Umorismo Padano
Siffatto trattato vuole accompagnarci per le molteplici vie che nel corso dei secoli ha assunto l'umorismo federale padano. Innanzi tutto, l'umorismo federale padano si sviluppa in sei grandi correnti, le quali ora elenco.
1.l'umorismo padano Veneto

2.l'umorismo padano Friulano

3.l'umorismo padano Giulio-Trentino

4.l'umorismo padano Lombardo

5.l'umorismo padano Piemontese

La disamina parte dall'umorismo padano Veneto, che ha le sue origini appunto in Veneto e si sviluppa per lo più in Veneto, ma le cui sensazionali virtù sono esaltate anche da qualche critico non Veneto, come l'Ambrogio Brambilla (critico Lombardo), Francesco Fonduta (Valle d'Aosta), Giovanni Molino (Piemonte) e Domenico Predolin (Veneto).

L'umorismo padano Veneto ha delle categorie che vengono sempre richiamate e che permettono di formare sempre situazioni divertenti ed accattivanti.

Le categorie si distinguono in categorie che riguardano i luoghi, categorie che riguardano i personaggi e categorie che riguardano gli oggetti.

Mescolando sapientemente e con fantasia queste tre categorie si ottengono racconti e barzellette di sicuro divertimento per il più giovane e per il meno giovane.

Ora vado ad elencare le tre categorie.

Categorie dei luoghi:

1.Belluno (Al Berùn)

2.La stalla (la stöla)

3.Il campo del signor Pinin (al poder de sior Pinin)

Categorie dei personaggi:

1.Il contadino (el vilàn)

2.Il signor Pinin (sior Pinin)

3.Il negro (al negher)

Categorie degli oggetti:

1.Il latte (la lec)

2.La verza (el sverzaso)

3.La merda di vacca (el smerdaso)

Elencate le tre categorie, vado a fare alcuni degli infiniti esempi di umorismo padano Veneto.

Esempio n. 1:

Un giorno a Belluno un contadino passeggia serenamente tra le vie quando ad un certo punto incontra il signor Pinin visibilmente contrariato. Allora il contadino gli chiede: 'Pinin, che succede?'. 'Niente. Oggi sono andato a comprare il latte quando ho visto nel negozio della ottima verza. Allora ne ho ordinato un bel chilo' dice Pinin. 'E allora?', chiede con grande curiosità il contadino. Eil signor Pinin: 'E allora arrivato a casa ho scoperto che quel negro del venditore non mi ha dato un chilo di verza, ma un chilo di merda di vacca…'

Esempio n. 1, attuazione:

Al pasa 'l bel giurnà al Berùn, tant bel ca tùt vilàn se la pasa de fora ben intento al ciapalamosca. Tùt vilàn, ma no sior Pinin: gavéa una cera del terùn ca va 'n galera... 'Pinin ca fè?' el dise el vilàn 'ca te veo la fasa de marmo bruscolino?' El ciullo de sior Pinin se lo cunta ca fè: 'Se ghé ch'ancöi anduva al drughé ca la vaca gavéa la teta mola, e l'ai sübit ciapà düi mestulùn de lec… e ca veo? Uno sverzaso ca parea venuo del giardin de Babilonia!!… ', 'E alura Pinin?' al fase 'l vilàn, cun l'invidia dolomitica del sverzaso 'E alura, l'ai fè ca quando arivu a la ca' m'è arivà lo stomaco de marmo bruscolino, ca 'l negher del drughè, sensa ca mi l'avea capìo, l'à scambiao la cesta del sverzaso con la cesta de smerdaso!!!

Esempio n. 2:

Un giorno un contadino passeggia nel campo del signor Pinin, quando all'improvviso incontra il signor Pinin visibilmente contrariato. Allora il contadino gli chiede: 'Signor Pinin, come mai è arrabbiato?'. 'Guarda una giornataccia: stamattina stavo andando a mungere le vacche per ottenere quello squisito latte , orgoglio della mia vita, quando da lontano mi è apparso un negro' risponde il signor Pinin. 'E allora?', lo incalza il contadino. 'Allora sono andato per colpire il negro con le bottiglie di latte. Lo colpisco per ben due volte, ma alla terza mi accorgo di una cosa…', spiega il signor Pinin. 'Di cosa?' con insistenza il contadino. E il signor Pinin: 'Non era un negro, era mio cognato che era appena caduto in una pozza piena di merda di vacca!'

Esempio n. 2, attuazione:

Andava 'l vilàn al poder de sior Pinin al fin de gratarse le sementi en sembiansa de fintotonto. E grata la latùa, grata el asparge, grata 'l fagiöl, grata lo sverzaso, ca ve' sior Pinin cun la ragna al cul. 'Se ghe l'è pasao un romano a gratarte la semente? Eh Pinin?' el dise strabusando argutamente el ciglio 'Minga no, mona! Se gh'al cantar del uselìn anduva tùto xitao a strisar la teta de la vaca, cun ca me venia a ca' per il cichetaso de lec, tragao a bella posta per insanir al membra… e zà era ben pregustoso del beveròn, ch'anuso una spissa orenda de un negher carbonaceo ca s'ascondea al derè del caciaosei!!…', 'E alura Pinin?' al fase 'l vilàn per coprir el petaso ca le disgregava la boca del cul 'E alura ando con foga e violensa dal negher e lo sbusso col mestulùn de lec!!… e dago una e dago altra… ma la tersa…', 'La tersa Pinin?', 'La tersa ghe l'avrìa da', se no ghe 'l negher l'era la carognasa del mi cugnà ca l'era cascao en una bola de smerdaso!!

Esempio n. 3:

Un giorno un contadino entra nella stalla del signor Pinin e ci trova il signor Pinin intento a mungere le sue vacche con una strana rabbia, rabbia evidentemente dovuta da un qualche episodio capitatogli. E allora il contadino chiede: 'Signor Pinin, come mai munge con tale rabbia le vacche?'. 'Stamattina sono andato in macchina a Belluno a vendere il mio latte, orgoglio della mia vita, quando da lontano vedo un negro che attraversa la strada. Allora infilo la prima,metto la seconda, la terza e via via arrivo alla quinta assumendo una gran velocità!' risponde il signor Pinin. 'E poi?' chiede il contadino. 'Ma ad un certo punto il negro si è spostato…' dice il signor Pinin. 'E quindi?' con gran curiosità il contadino. Desolato il signor Pinin: '…e io son finito con la macchina in una grande pozza piena di merda di vacca!'.

Esempio n. 3, attuazione (con variante tridentina alla maniera del popolo minuto):

Al ben ca van da l'ùn daré, 'l vilàn talagno bate Pinin. Al brugo molo l'à stranùa, ca vegna 'n stöla tanta paüra: 'Pinin ca fè?' la dis'al fùtt 'xe l'asta mola dà sturdùn? Eheheheheh!!!', 'M'andua al Berùn, de tanta fè, ca vendo lec i vao ciulà, xio tenao de gran pudé, ma veo ch'al negher macia la strà…cuntac coiòn de l'Ungheria!! xiure 'l caiser de Lamagna, ciapo el carro, pussa via!!! Munta suta ca te prendo, bruta rasa de buana… e tranga la üna, tranga la düa, tranga la tria, tranga la quadra e la quanta, ca lü s'a smasa i plufff!!!!… ghe son finio en lo smerdaso'.

Ecco tre fulgidi esempi di umorismo padano Veneto che diverte donne, uomini e bambini di ogni età senza perdere di vista i nostri valori federali.

Ringraziano sentitamente per la bella attenzione.

aggiungi un commentospara una cazzata su questo articolo

autore del commentoarnoldo marzapane (no timestamp)
ah, ah, ah!!! mi el mi amis Luis passuma le giurnà cun lumorism padan!! sti neger!!
autore del commentoLollobbrigiddo (no timestamp)
neger zaras ti, terun dun terun!
autore del commentodiabbolicche (no timestamp)
Me so sconbisciadu da le risate! Anghe se cagghjo capitu pocu, co la verzione dellArdItalia. Aspetto lu nummeru de busce, sete toghi! diabbolicche
autore del commento (4/11/2006 - 16:24:41)
Bello... io sono un umorista veneto... se vuoi sapere cosa faccio visita il mio sito www.edizioniscantabauchi.it.
autore del commento (10/11/2009 - 10:14:15)
mi fa cacare!

Questo sito viene aggiornato in base alla disponibilità degli autori (e all'esito della loro continua lotta contro la propria pigrizia); non è in alcun modo un periodico né un prodotto editoriale. Termini quali "redazione" o "articoli" sono da intendersi in modo del tutto scherzoso e autoironico, così come l'espressione "periodico per l'uomo mediocre" con cui talvolta viene definito il sito stesso. I commenti sono di responsabilità dei rispettivi autori.

Dove non specificato altrimenti, i testi di questo sito sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons Ciò, in estrema sintesi, significa che potete utilizzare liberamente i contenuti di questo sito a fini non commerciali. Ogni contenuto estraneo al dominio de "Il Superficiale" non è soggetto alla licenza sopra citata ed appartiene al rispettivo autore. Email: ilsuperficiale@ilsuperficiale.it
Indice del NumeroIndice del Numero

Lo zombie della porta accanto
Clicca sulla locandina per vederla ingrandita


Rassegna stampa: quello che avreste potuto leggere sul Superficiale e invece è successo davvero
Aggiornata all'11 ottobre 2011



Twitter Updates

    follow me on Twitter






    È necessario Adobe Flash Player per visualizzare questo contenuto