18/06/2002 - Altri articoli dello stesso autore Mariano Porco
Superno Paracelso, Feconda Mano
Superno Paracelso, feconda Mano dell’azzurra Volta, Ostia delle Ostie, sommo signore dei popoli, dona aria ai nostri polmoni, fuoco alle nostre caldaie, terra alle nostre vanghe e acqua ai nostri rubinetti.
Faticoso è il viaggio, lontana la meta, ma fermi e saldi i nostri piedi nell’incessante marcia dei quaranta giorni; e così in tuo onore andiamo a raccogliere le firme per abolire dal creato il nome ‘Pasquale’, estremo umano oltraggio al patire del Risorto.
“Altissimu, onnipotente, bon Signore, tue so’ le laude, la gloria e l’honore, et onne benedictione” , e tua è anche la costoletta di maiale che da due giorni giace sulla mia scrivania, offrendosi al mistico rituale della contemplazione della carne, vincolo di peccato e tiranna dello spirito.

Ahi Eccelso, miserere di me peccatore, ché dopo cinquantuno anni di astinenza ho addentato la maligna mela del Trentino, e miserere della donna ignara dell’aspide che pone inimicizia nel povero uomo.

“Una bella donna è come un anello d’oro infilato nel naso della scrofa”: ma noi ci prestiamo alla torbida unione delle carni per scacciare mostruoso Belzebù dalla femmina, e quindi se abbiamo maledetto in eterno il poeta secondo il quale “chi dice donna dice danno”è perché siamo incrollabili nella fede che chi dice ‘donna’ dice effettivamente ‘donna’, come chi dice ‘faggio’ non dice ‘foggia’ e chi dice ‘montagna’ non dice ‘mantogna’.

Oggi come ieri, o Paracelso, tu che sei nonno e nipote al tempo stesso, riscuoti da me il pegno del sacro patto, dunque corro a ustionarmi l’alluce del piede sinistro in segno di giubilo per la benigna e rinnovata protezione che distendi sulla mia panetteria.

Maria… Giuseppe…. dilettissimi genitori miei… con un solo nome potevate segnarmi…. Ma perché cedeste all’orrida profferta del maligno?

Questo sito viene aggiornato in base alla disponibilità degli autori (e all'esito della loro continua lotta contro la propria pigrizia); non è in alcun modo un periodico né un prodotto editoriale. Termini quali "redazione" o "articoli" sono da intendersi in modo del tutto scherzoso e autoironico, così come l'espressione "periodico per l'uomo mediocre" con cui talvolta viene definito il sito stesso. I commenti sono di responsabilità dei rispettivi autori.

Dove non specificato altrimenti, i testi di questo sito sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons Ciò, in estrema sintesi, significa che potete utilizzare liberamente i contenuti di questo sito a fini non commerciali. Ogni contenuto estraneo al dominio de "Il Superficiale" non è soggetto alla licenza sopra citata ed appartiene al rispettivo autore. Email: ilsuperficiale@ilsuperficiale.it
Indice del NumeroIndice del Numero

Lo zombie della porta accanto
Clicca sulla locandina per vederla ingrandita


Rassegna stampa: quello che avreste potuto leggere sul Superficiale e invece è successo davvero
Aggiornata all'11 ottobre 2011



Twitter Updates

    follow me on Twitter






    È necessario Adobe Flash Player per visualizzare questo contenuto