09/04/2003 - Altri articoli dello stesso autore Anonimo
Intervista ad Alessandra Mussolini
Per noi giornalisti de 'Il Superficiale' è stata una settimana infinitamente dura: l'Ancona ha vinto in amichevole 13-0 e noi avevamo scommesso sul 13-5; perdendo molti soldi, l'ultima riunione condominiale a cui abbiamo partecipato non ha permesso di installare il tavolo da biliardo nell'androne della Redazione e, soprattutto, le recenti amarezze della donna da noi più apprezzata, Alessandra Mussolini, ha generato un forte malessere nelle nostre superficiali menti.
Per questo abbiamo raggiunto La Donna più amata dal Superficiale per sapere come sta, per consolarla, per abbracciarla, per baciarla e anche per confessare il nostro amore segreto, che risale a certi suoi film intellettuali degli anni 70. Ecco il resoconto della avvincente intervista.
P.S.: GRAZIE ALE!!
INTERVISTATORE: Buongiorno, o Diletta, innanzitutto vorrei svelarti una curiosità: sai che il tuo cognome 'Mussolini' è identico a quello di un tale che, pare, abbia governato in Italia nella prima metà del Novecento, insegnando il latino agli italiani con parole come 'dux','lux', 'hitler',ecc.?

A.M.: Guarda che era un mio parente!....eh, quando c'era Lui in Italia sì che si stava bene, mangiavamo tutti trippa al ragù, altro che la spelonga di salumi! Mi sarebbe piaciuto tantissimo poter coinvolgere Lui in uno dei miei storici film degli anni 70!

INTERVISTATORE: Tu, o Splendore, sei una donna dolce e romantica, conosciuta per il tuo carattere moderato e soprattutto per la tua cultura; cosa ne pensi del nuovo film di natale di Boldi e De Sica? Riuscirà ,secondo te, ad eguagliare gli ascolti dei suoi predecessori?

A.M.: Ho visto il film in anteprima, taroccato su internet e mi ha fatto molto riflettere. Mi trovo sulla stessa linea di pensiero, a livello culturale, dei due eminenti attori italiani, ma questa volta temo che questo nuovo film non raggiungerà il successo sperato, per il suo spessore e per i suoi contenuti eccessivamente femministi per il popolo italiano.

INTERVISTATORE: Ho capito, mia Blond Lady. Ma arriviamo alla questione cruciale: è da una settimana che si dice che sei delusa da Alleanza Nazionale e che si sta tradendo la Fiamma. Questo mi affligge molto però non ho capito due cose: a) Il nome Alleanza Nazionale sta a indicare una società segreta, come quelle della Carboneria, per liberare l'Italia dall'occupazione asburgica? E perchè non si parla mai della Prussia? b) In questa società segreta nessuno sa accendere il fuoco per fare il barbecue? Oppure nessuno è fumatore? In altre parole che cazzo di fiamma viene tradita?

A.M.: Ma no, è una questione politica legata alla destra. Anche se, sinceramente in quanto donna, non me ne intendo molto di politica; io so accendere il forno a gas, so preparare la torta di ciliegie e so anche apparecchiare la tavola, pensi un po'! Tuttavia mi sembra che la Fiamma sia un simbolo politico: eh,quando c'era Lui le squadre di calcio non avevano nessuno straniero, al massimo si sceglievano i guardalinee siculi, non c'erano tutti questi omosessuali che si toccano, bleh, che schifo! Oggi purtroppo vai a fare la spesa e trovi i bulgari che vogliono derubarti, vai dal ferramenta di fiducia e ci sono gli zingari. Non se ne può più! E poi tutte quelle donne che si spogliano nei film: è una vergogna! Se ci fosse Lui...

INTERVISTATORE: il tuo discorso, o Marylin Mussolini, è chiaro, coerente e denota una profonda intelligenza. Non ho capito 'u cazzo che cos'è la fiamma e perchè devo scrivere 'lui' con la maiuscola e non con la minuscola dato che è un pronome...Ma non importa. Un ultima domanda, prima di congedarci, o mio Gelato alla Crema: hai mai mangiato da 'chez terroni', noto ristorantino del torinese?

A.M.: Sì, nel 75 insieme a Romina Power e Mariangela Melato. Mi sembra fosse aprile. Mi ricordo di uno stupendo piatto con il pepe toscano, anche se quella ingenua di Romina pensava fosse calabrese. Proprio lì ho scoperto di voler fare la...già cosa faccio io nella vita?

INTERVISTATORE: Credo la politica.

A.M.: Ah, giusto. Comunque devo lasciarti perchè ho le uova che stanno bollendo. Ciao bel superficialone e saluto anche tutti i lettori. Un bacio da Ale!!!

aggiungi un commentospara una cazzata su questo articolo

autore del commento (15/10/2006 - 22:28:57)
sei vecchietta per me ma sei molto sensuale mi piaciiiiiiiiiiii
autore del commentoGiando (3/12/2006 - 02:53:56)
Guardate sto video satirico sulla mussolini: http://one.revver.com/watch/111110/format/flv/affiliate/42768 AHAA geniale!!!
autore del commento (18/7/2007 - 13:01:02)
Dite ad Alessandra di contattarmi al 3337693517, c'ho una bella storia, si fà per dire, sulla moralità di un dirigente CGIL ed il suo rispetto per le Donne da raccontarle, il tipo in questione attualmente presiede il Consiglio di un ISTITUTO DI INTERESSE NAZIONALE, non mi cerchi in internete perchè vi sto contattando dal lavoro e non potrei, grazie.
autore del commento (5/3/2008 - 18:13:43)
VIVA l'iTALIA . UNA TUA DEVOTA AMMIRATRICE FAREI UN GOVERNO DI SOLE DONNE ALLA FACCIA DI CHI STA' A ROMPERE............................. CIAO . ANNA VIOLA
autore del commentoIllamya (6/8/2009 - 14:31:12)
La Mussolini è un mito! La vorrei invitare a cena!
autore del commento (19/11/2009 - 11:42:58)
Volevo dire come ha potuto far mettere in circolazione Alessandra Mussolini un film come L'AVANTI, c'è il grande Benito MUssolini che si gira e rigira nella tomba.

Questo sito viene aggiornato in base alla disponibilità degli autori (e all'esito della loro continua lotta contro la propria pigrizia); non è in alcun modo un periodico né un prodotto editoriale. Termini quali "redazione" o "articoli" sono da intendersi in modo del tutto scherzoso e autoironico, così come l'espressione "periodico per l'uomo mediocre" con cui talvolta viene definito il sito stesso. I commenti sono di responsabilità dei rispettivi autori.

Dove non specificato altrimenti, i testi di questo sito sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons Ciò, in estrema sintesi, significa che potete utilizzare liberamente i contenuti di questo sito a fini non commerciali. Ogni contenuto estraneo al dominio de "Il Superficiale" non è soggetto alla licenza sopra citata ed appartiene al rispettivo autore. Email: ilsuperficiale@ilsuperficiale.it
Indice del NumeroIndice del Numero

Lo zombie della porta accanto
Clicca sulla locandina per vederla ingrandita


Rassegna stampa: quello che avreste potuto leggere sul Superficiale e invece è successo davvero
Aggiornata all'11 ottobre 2011



Twitter Updates

    follow me on Twitter






    È necessario Adobe Flash Player per visualizzare questo contenuto