07/04/2003 - Altri articoli dello stesso autore Anonimo
Lettera Aperta di Bin Laden
Cari amici talebani in Italia, so che siete milioni ed ogni talebano di ciò non può che essere felice: tanto più io che dei talabani sono il capo.
Anzitutto vi ringrazio, perché la causa talebana ha bisogno di persone come voi: decise, forti, pronte a tutto per difendere le autentiche ragioni talebane che albergano nel fondo di ogni uomo illuminato dalla gioiosa luce della verità.
Vi scrivo sulle pagine del 'Superficiale', uno dei pochi organi di informazione autenticamente liberi nel vostro paese ed attenti alla nostra comune causa, per mettervi all'erta.
Il vostro paese ha intrapreso una direzione perniciosa ed ispida, che rischia di mettere in discussione le conquiste talebane che nel vostro paese - in anni di laboriosa ed eroica attività - sono state raggiunte: la foresta riconvertita a cemento, l'iniziazione alla verità talebana per la via del manganello, la carcerazione coatta per gli abortisti, il giusto lucro del ricco, la totale identità di stato e religione - per menzionare solo le questioni più stringenti.

Amici talebani, combattete!

La controrivoluzione è in agguato sordida!

I controrivoluzionari vanno immediatamente fermati e riportati sulla ragionevole via della verità talebana, con le botte buone o le botte cattive!

Non lasciate che pochi individui usi alla menzogna, alla prostituzione dei bambini ed allo smercio di mine radioattive infanghino la fama del vostro bel paese, ritenuto in tutto il mondo civile un talebano esempio da seguire.

I fratelli col manganello e la pistola mai come oggi hanno bisogno del vostro aiuto contro le lingue biforcute!

La religione mai come oggi è messa in discussione nella sua sostanziale identità con lo stato!

Il ricco mai come ora teme che il suo giusto lucro sia rosicchiato dal povero come il cacio dal topo!

Su tutti questi temi confido ciecamente su di voi e sul vostro manganello.

Un abbraccio talebano.

aggiungi un commentospara una cazzata su questo articolo

autore del commento (4/1/2007 - 01:41:03)
ammazzati
autore del commento (15/6/2007 - 12:46:08)
w il duce
autore del commento (1/4/2008 - 17:53:53)
ma vaffffff...... va! e io che leggevo....

Questo sito viene aggiornato in base alla disponibilità degli autori (e all'esito della loro continua lotta contro la propria pigrizia); non è in alcun modo un periodico né un prodotto editoriale. Termini quali "redazione" o "articoli" sono da intendersi in modo del tutto scherzoso e autoironico, così come l'espressione "periodico per l'uomo mediocre" con cui talvolta viene definito il sito stesso. I commenti sono di responsabilità dei rispettivi autori.

Dove non specificato altrimenti, i testi di questo sito sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons Ciò, in estrema sintesi, significa che potete utilizzare liberamente i contenuti di questo sito a fini non commerciali. Ogni contenuto estraneo al dominio de "Il Superficiale" non è soggetto alla licenza sopra citata ed appartiene al rispettivo autore. Email: ilsuperficiale@ilsuperficiale.it
Indice del NumeroIndice del Numero

Lo zombie della porta accanto
Clicca sulla locandina per vederla ingrandita


Rassegna stampa: quello che avreste potuto leggere sul Superficiale e invece è successo davvero
Aggiornata all'11 ottobre 2011



Twitter Updates

    follow me on Twitter






    È necessario Adobe Flash Player per visualizzare questo contenuto